Colori RGB

Una donna con ombrello verde e pantaloni blu davanti al tabaccaio
RGB vuol dire “red”, “green”, “blu”, cioè rosso, verde, blu; sono i tre colori primari della sintesi additiva.
Alcuni studiosi hanno cercato a classificare il numero di nomi dedicati ai colori nelle diverse culture. Hanno potuto stabilire che si può passare da un minimo di due, chiaro e scuro, ad un massimo di undici. Hanno pure trovato che man mano che le culture definiscono più colori lo sviluppo è omogeneo in tutte le culture. Ad esempio dopo il chiaro e lo scuro viene indicato come colore il rosso e poi il verde.
Nel 2010 i ricercatori hanno pure scoperto che i bambini europei di quattro anno conoscono oggi il doppio dei colori dei bambini di otto anni di cento anni fa.
Per la fotografa invece i colori sono un mistero che sembra svelarsi ogni giorno di nuovo solo per svanire ogni notte.

Annunci

Feel free to comment in your language, we speak more than Italian!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...