Occhio di farfalla

Gli occhi composti e antenne di una farfalla
Le farfalle endemiche dell’Italia comprendono circa 300 specie e molti di loro non hanno neppure un nome in italiano. Sembra proprio che agli italiani importa poco di queste creature leggiadre e bellissime.
La testa delle farfalle è molto piccola ed è occupata da un paio di grandi occhi composti. Si chiamano così perché ognuno di questi occhi è costituito da migliaia di piccole lenti esagonali, completo di nervi ottici collegati al cervello. Ogni unità è un piccolo sensore ed è detta ommatidio. Nel loro insieme costituiscono una grande struttura sferica, gli occhi delle farfalle, e permettono a loro di guardare contemporaneamente in ogni direzione. Funzionano un po’ come i pixel di una macchina fotografica. Le farfalle per vedere intorno non hanno bisogno di girare la testa perché a causa delle leggi dell’ottica che governano i loro occhi hanno un campo visivo estremamente vasto. Inoltre vedono benissimo qualunque cosa molto vicina fino a una distanza di circa 200 metri. Vedere oltre a una farfalla non occorre; pensate quanti problemi si risparmiano!
Tra gli occhi sono poste le antenne, costituite da molti piccoli segmenti, anch’esse ben visibile nella foto. Le antenne fungono da organi di senso tattile e chimico.

Annunci

Feel free to comment in your language, we speak more than Italian!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...