La Cavolaia

Farfalla cavolaia femmina, Pieris brassicae
Oggi finalmente ho la foto di una farfalla che ha ben due nomi in italiano: Cavolaia o anche Rapaiola. È chiamata così perché i suoi bruchi amano cibarsi di tutti i tipi di cavoli recando del danno talvolta notevole alle coltivazioni. Scientificamente parlando si tratta di una Pieris brassicae, femmina. Le Pieris brassicae si distinguono dalle altre specie per una maggiore apertura alare, infatti la loro apertura raggiunge ben sette centimetri. Sono dei gran volatori, per esempio spesso attraversano la Manica per recarsi in Inghilterra. Salgono fino a 4000 metri sul Himalaya. Non hanno problemi ad attraversare le Alpi a volo.
Guido Gozzano ha scritto una lunga poesia sulle cavolaie, e ne cito qui volentieri una strofe.

La Cavolaia predilige gli orti,
l’attira il bianco delle case umane;
se scorge un muro, subito s’innalza,
lo valica, discende alla ricerca
di compagne festevoli ed ortaglie.
E l’istinto sovente la sospinge
nel cuor della città. Da primavera
a tardo autunno, giunge nelle vie.
E nulla è strano, come l’apparire,
dell’invïata candida degli orti
tra il rombo turbinoso cittadino.
Allora s’interrompe il ragionare
dell’amico loquace: – Una farfalla!

Annunci

Feel free to comment in your language, we speak more than Italian!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...