Archivi tag: bambini

Palle di natale

Palle di natale a Figline
Nel cielo di Figline sono comparse le palle di natale con un buon mesi di anticipo sul tempo canonico per questo tipo di decorazione urbana. In piazza Marsilio Ficino e nei due corsi ciondolano dei manufatti di probabile origine cinese da dai fili stesi tra gli edifici e non sono di certo un bel spettacolo da vedere nelle giornate di brutto tempo tanto frequenti in questo periodo dell’anno. Sono comparse in concomitanza con la mostra di Autumnia alla quale non aggiungevano niente di interessante, ma almeno erano accesi di notte. Ora invece fanno solo triste mostra di sé in attesa delle feste fine anno, si presume.
Il comune di Figline già un altra volta ha sorpreso la cittadinanza con delle decorazioni natalizie assolutamente fuori tempo. È successo anche quest’estate in occasione di una improbabile festa della luce, quando babbi natale, renne, pinguini, palle colorate e quant’altro suscitavano l’ilarità di chi passava nonché la curiosità dei bambini che giustamente chiedevano dei regali.
Penso che si tratti di un tentativo poco riuscito di risparmiare da parte dell’amministrazione comunale nonché un modo poco felice per insegnare ai cittadini che si può riciclare qualunque cosa, decorazioni natalizie comprese.

Figline città di sport

Dimostrazione di arte marziale in piazza Ficino
Questo fine settimana si svolge la manifestazione “Figline città di sport”. Tante associazioni sportive nonché scuole di danza hanno allestito degli spazio in giro per le piazze di Figline dove dimostrano ciò che si può imparare frequentandoli. Un po’ ovunque nelle varie piazze del centro storico si incontra giovani e meno giovani in abbigliamento sportivo intenti a impiegarsi nelle tante discipline che vengono praticate nelle palestre di Figline. Il numero è davvero sorprendente. Non mancano spazi dove bambini, anche piccolissimi, possono avvicinarsi ad alcune discipline sportive adatte alla loro età. I piccoli si divertono visibilmente un mare a imparare qualcosa che non hanno mai fatto.
Nella foto una dimostrazione di arti marziali sul palco centrale in piazza Marsilio Ficino.

Cartolibreria in piazza

La cartolibreria in piazza a Figline
Ieri è iniziato la scuola per tutti i ragazzi della Toscana.
Quindi la cartolibreria in piazza Marsilio Ficino è in questi giorni il negozio più frequentato di Figline. Si può dire che a ore viene pure preso d’assalto. Il negozio è bello ampio e pienissimo di merce, ma espone gli oggetti richiesti dalla stagione anche sotto la loggia antistante alle vetrine, dando così un bel colpo di colore a questo lato della piazza. Una madre con due figli sta per entrare e non la invidio. Sicuramente lascerà un bel po’ di soldi alla cassa del negozio. Due turisti invece sono appena usciti e sembrano soddisfatti del loro acquisto, probabilmente una guida della zona.
In primissimo piano non manca una bicicletta posteggiata dove non si dovrebbe, ormai emblema di Figline. Sono state istallate alcune rastrelliere, pure del tipo utile. Ma sono disperatamente troppo poche per poter soddisfare la richiesta dei tanti figlinesi che ormai hanno capito che per raggiungere il centro il modo migliore è pedalare.

Inizio anno scolastico 2013

Inizio anno scolastico 2013
Oggi inizia il nuovo anno scolastico in Toscana, e quindi anche a Figline nel Valdarno le scuole riaprono l’attività didattica.
Il ragazzino campione che gentilmente si è offerto a farmi da modello per la foto dell’occasione sta per frequentare la terza elementare. Gli auguro di cuore che durante l’anno scolastico non debba mai perdere il suo sorriso splendido.
Tantissimi auguri anche a tutte quelle bambine e bambini che oggi iniziano la loro carriere scolastica: che sia lunga, proficua e piena di soddisfazioni personali.

Zucchero filato

Una venditrice di zucchero filate alla notte bianca a Figline

Secondo la Wikipedia in Italia lo zucchero filato fa la sua prima comparsa nel 1906 a Udine con il Circo di Buffalo Bill. Anche se oggigiorno sta un po’ perdendo popolarità, lo zucchero filato si è diffuso in tutto il mondo e tradizionalmente lo si associa a eventi di festa quali luna park, circo, fiere, feste di paese e in generale all’infanzia. Non mancava certo alla recente notte bianca a Figline nel Valdarno.
Lo zucchero filato è una particolare forma in cui si può presentare lo zucchero. È fatto con zucchero e, eventualmente, coloranti alimentari e aromi. I gusti più classici sono semplice zucchero e fragola ma ne esistono degli altri come quello alla banana, al cocco o alla menta.
Ma a Figline si è più tradizionalisti e si consuma quello semplice senza coloranti e gusti aggiunti. I fiocchi di zucchero che escono dalla macchine vengono avvolti su dei bastoncini di legno dalla venditrice. Lo zucchero filato è uno di quei prodotti che risultano commercialmente validi solo se venduti in strada, non riscuote successo se venduto nel contesto di un bar o di un altro genere di locale. Contrariamente a quanto si pensa non fa male perché nonostante le apparenti dimensioni contiene solo pochi granelli di zucchero. In Italia chi si limita nella propria attività alla vendita di solo zucchero filato e pop corn è esonerato dall’emissione dello scontrino fiscale.

Vola coccinella vola!

Coccinella sta per volare

Marienkäfer flieg
dein Vater ist im Krieg
dein’ Mutter ist in Engelland
Engelland ist abgebrannt

“Marienkäfer flieg” (cocinella vola) è una canzoncina popolare tedesca che tutti i bambini conoscono perché lo imparano alla scuola elementare, se non la sapevano di già. Ne esistono alcune variazioni locali, anche con melodie diverse. Ho riportato sopra la versione che fu insegnata a me quando ero piccola.
Fu pubblicato nel 1806 per la prima volta nel primo volume della raccolta “Des Knaben Wunderhorn” di Achim von Arnim und Clemens Brentano.

Insieme per il CALCIT

Insieme per il CALCIT, due bambini corrono
The sign says: Insieme per il CALCIT, together for CALCIT

La piazza Marsilio Ficino nel centro storico di Figline nel Valdarno viene spesso usata per manifestazioni di ogni genere. Recentemente ha ospitato una manifestazione sportiva organizzata a favore del CALCIT. CALCIT vuol dire Comitato Autonomo Lotta Contro i Tumori ed è un’associazione di volontariato e di solidarietà senza fini di lucro ed apolitica. Il suo scopo primario è quello di reperire fondi per l’acquisto di apparecchiature atte alla diagnosi, prevenzione e cura delle malattie tumorali, da consegnare alle strutture sanitarie pubbliche nel Valdarno.
Durante un intervallo un ragazzo con la sua sorellina si sono impossessati della pista per un esercizio di partenza. Era veramente ilare osservarli perché il ragazzo ovviamente sapeva correva bene, ma la ragazzina, che aveva a malapena due anni, non riusciva proprio a coordinare le sue partenze con i comandi.