Archivi tag: ciano

Catene di luci

Un venditore di catene di luci alla notte bianca a Figline

Dritto davanti alla porta della Collegiata un venditore ha steso il suo tappeto con la merce. Si tratta di catene di luce di varia lunghezza e fattura. Lui stesso dimostra come usarle tenendo una coroncina di luci verdi in testa. Queste catene di luce di solito vengono usate nel periodo di natale per addobbare l’albero, invece di usare candele vere di cera. È curioso come in periodi di magra economica le persone si ingegnano a inventare qualcosa che possa attirare clienti. A giudicare numero di persone che si sono fermate intorno al tappeto l’interesse per la merce insolita non manca.
Ho scattato anche questa foto durante la notte bianca a Figline nel Valdarno.

Vola coccinella vola!

Coccinella sta per volare

Marienkäfer flieg
dein Vater ist im Krieg
dein’ Mutter ist in Engelland
Engelland ist abgebrannt

“Marienkäfer flieg” (cocinella vola) è una canzoncina popolare tedesca che tutti i bambini conoscono perché lo imparano alla scuola elementare, se non la sapevano di già. Ne esistono alcune variazioni locali, anche con melodie diverse. Ho riportato sopra la versione che fu insegnata a me quando ero piccola.
Fu pubblicato nel 1806 per la prima volta nel primo volume della raccolta “Des Knaben Wunderhorn” di Achim von Arnim und Clemens Brentano.

Falun Dafa

Falun Dafa a Figline

La Falun Dafa (letteralmente Pratica della Ruota della Legge), o anche Falun Gong (letteralmente, Il Qigong della Ruota della Legge), è un movimento spirituale cinese fondato da Li Hongzhi nel 1992. Questo movimento è osteggiato e censurato dal governo cinese. Riprende un’antica forma di Qigong, che risale all’antica tradizione cinese è una pratica per purificare corpo e mente attraverso cinque esercizi, di cui quattro con movimenti lenti ed armoniosi ed un quinto di meditazione. Da quando è stata introdotta in Cina al grande pubblico nel 1992 dal maestro Li, la Falun Dafa ha attratto milioni di persone in moltissimi paesi. I praticanti provengono da diversi ceti sociali e culturali, in quanto la Falun Dafa trascende tutte le frontiere culturali, sociali, economiche e nazionali. Fin dalle fasi iniziali, Li Hongzhi ha insistito sul fatto che la pratica doveva essere pubblica, libera e gratuita. Viene diffusa dai praticanti in modo particolare con il passaparola.
Anche a Figline nel Valdarno c’è un gruppo di praticanti di Falun Gong e in varie occasioni durante l’anno offrono del materiale illustrativo e anche dell’insegnamento gratuitamente. Nella foto un gruppo di persone che pratica il quinto esercizio, la meditazione al campo sportivo di Matassino.

Insieme per il CALCIT

Insieme per il CALCIT, due bambini corrono
The sign says: Insieme per il CALCIT, together for CALCIT

La piazza Marsilio Ficino nel centro storico di Figline nel Valdarno viene spesso usata per manifestazioni di ogni genere. Recentemente ha ospitato una manifestazione sportiva organizzata a favore del CALCIT. CALCIT vuol dire Comitato Autonomo Lotta Contro i Tumori ed è un’associazione di volontariato e di solidarietà senza fini di lucro ed apolitica. Il suo scopo primario è quello di reperire fondi per l’acquisto di apparecchiature atte alla diagnosi, prevenzione e cura delle malattie tumorali, da consegnare alle strutture sanitarie pubbliche nel Valdarno.
Durante un intervallo un ragazzo con la sua sorellina si sono impossessati della pista per un esercizio di partenza. Era veramente ilare osservarli perché il ragazzo ovviamente sapeva correva bene, ma la ragazzina, che aveva a malapena due anni, non riusciva proprio a coordinare le sue partenze con i comandi.

Domenica mattina

Domenica mattina in piazza Ficino
È domenica mattina abbastanza presto, ma in piazza Ficino c’è già vita. Un signore si è procurato il quotidiano locale e si sta godendo le ultime notizie appoggiato a un pilastro del loggiato che fiancheggia la piazza. Un operatore ecologico è arrivato con il suo camioncino e provvede a cambiare al cambio dei sacchi di spazzatura. Inoltre provvede a ripulire la strada perché i fedeli la trovino ben in ordine quando arrivano per la messa domenicale nella collegiata.

Devozione

Devozione a padre Pio
La devozione ha grande importanza presso il credo religioso più diffuso nel Valdarno, cioé quello cattolico. Esprime un forte sentimento di amore spirituale del devoto verso l’oggetto della devozione, di solito la Madonna o qualche santo; si manifesta nei posti più impensati a Figline. Ho scattato questa foto nel quartiere moderno delle villette al di là della ferrovia. Si tratta di una nicchia nel pilastro che regge il portone d’ingresso al giardino. Nonostante che siamo in pieno giorno è accesa una lampadina votiva che illumina un ritratto di padre Pio e una ceramica, invero seminascosta dai fiori, della Madonna. Un mazzo di fiori freschi e due vasi di fiori finti completano l’arredamento della nicchia devozionale.

Raccolta di firme

Raccolta di firme in piazza Ficino a Figline
Figline ha i suoi bravi problemi, come del resto tutte le comuni italiane. C’è chi tenta di risolverle in un modo o nell’altro. Uno di questi modi, ben ancorata nella legislazione italiana, è la raccolta di firme per promuovere qualche iniziativa; è quello che si vede nella foto di oggi. Una gentile signora ha collocato il suo tavolino in piazza Ficino in occasione della manifestazione Primaveria e chiede con garbo a chi passa di mettere la propria firma su un modulo appositamente preparato. Due signore, evidentemente sono convinte della utilità della proposta, e firmano all’istante.