Archivi tag: ciclismo

Ciclismo

Una bancherella di attrezzatura per ciclismo al mercato
Il mese di dicembre tra piogge, nebbia e freddo non è di certo il più propizio all’esercizio del ciclismo su strada. Ma gli appassionati di tale sport non si fanno scoraggiare troppo e nei giorni non lavorativi si vedono un po’ ovunque dei gruppi più o meno numerosi di ciclisti a percorrere le strade di Figline e dintorni a velocità sostenuta. Il ciclismo su strada è proprio uno sport assai popolare qui da noi e quindi non meraviglia che ai mercati in zona sono spesso presente bancarelle che offrono tutto ciò che occorre ai cultori di tale attività sportiva. La foto di oggi mostra un venditore particolarmente pittoresco che ho sorpreso mentre allestiva la sua postazione di vendita.

Annunci

Ciclismo su strada

Ciclisti sul ponte sull'Arno a Figline

Il ciclismo su strada è uno degli sport più popolari del mondo e fu il primo grande sport a diffusione internazionale. In Italia viene praticato tantissimo. Specie durante il fine settimana si vedono gruppi più o meno numerosi di uomini vestiti come papagalli, con caschi in testa, percorrere a velocità sostenuta le strade del Valdarno con biciclette costruite appositamente. A differenza di numerose donne e uomini di Figline che usano la bici per raggiungere rapidamente qualche metà, questi gruppi di ciclisti corrono solo per il piacere di correre e consumare chilometri, senza desiderio di raggiungere un punto qualsiasi. Quando attraversano il ponte sull’Arno che unisce Figline a Matassino ovviamente ignorano la pista ciclo-pedonale, che le autorità ci hanno voluto regalare realizzando un proggetto non ben pensato e eseguito peggio, ma procedono dritto avanti sulla strada. Per chi non fosse pratico del luogo fotografato: la pista ciclabile si nasconde dietro i grossi tubi bianchi a sinistra nella foto ed è raggiungibile solo attraversando la strada e infilandosi ad angolo retto rispetto al percorso desiderato in un cunicolo stretto e senza possibilità di scampo. A destra nella foto la situazione decisamente accidentata e poco accessibile che finalmente porta nuovamente a un marciapiede dopo un percorso ad ostacoli iniziato circa un centinai di metri prima, dove il marciapiede termina bruscamente.