Archivi tag: crisi economica

Aperitivo sotto l’albero

Due ragazza prendono l'aperitivo sotto l'albero di natale
La serata della seconda domenica di avvento è piacevolmente temperata e soprattutto non si è alzata la nebbia, proverbiale nella vallata dell’Arno. La piazza è illuminata dalle palle di natale in alto, che il comune ha finalmente acceso, e dalle luminarie sulla facciata della Collegiata. Invero le luminarie sono un po’ rotti in alcuni punti, ma nonostante ciò fanno la loro figura. L’albero di natale sgangherato che quest’anno decora la piazza al buio sembra meno peggio di quello che è. Davanti alla chiesa il solito vandalo se ne approfitta del fatto che la domenica sera i vigili non passano a fare la multa e ha posteggiato la sua macchina dove è vietato.
Due ragazze prendono l’aperitivo seduti a uno dei bar aperti. Giovani e ottimisti sono gli unici clienti che hanno scelto un tavolo all’aperto.
Da notare che sul tavolo c’è un solo bicchiere di aperitivo, benché sono in due. Bevono a turno.
In Italia c’è crisi economica.

Annunci

Solstizio d’estate

Solstizio d'estate a Figline
La scorsa settimana c’è stato il solstizio d’estate e a Figline nessuno sembra essersi accorto, né ci sono stati manifestazioni in proposito. Ma qualcuno in comune deve aver sentito che il solstizio d’estate viene festeggiato fin dalla notte dei tempi con riti che comportano luci e fuochi soprattutto nei paesi nordici, dove dopo un lungo inverno segue un estate mite e benvenuto. Luoghi noti per la commemorazione dei solstizi sono per esempio Stonehenge in Inghilterra e gli Externsteine in Germania. In Italia dove il sole d’estate viene vissuto come nemico dal quale ci si deve proteggere non c’è traccia di tutto ciò.
Curiosamente a Figline il Comune sta preparando una non meglio specificata “festa della luce” ai cittadini e ai turisti dall’Europa del nord che in questo periodo sono assai numerosi. A tal scopo oggi sono comparsi in piazza Marsilio Ficino un sacco di strutture ai quali gli addetti ai lavori appendevano degli addobbi. A ben guardare questi addobbi sono gli stessi che vengono da qualche anno usati a natale per dare un po’ di atmosfera al centro storico. Infatti per alcune ore c’era pure qualche babbo natale ben visibile nel centro della piazza. In ultimo qualcuno se n’è accorto dell’anacronismo e il babbo natale fu rimosso. Però in cima alla piazza ora troneggia una struttura che due anni fa fu collocato con funzione di albero di natale: una sorta di piramide fatta di lampadine. Per fortuna lo scorso anno è tornato l’abete tradizionale in piazza per le feste di natale.
Siamo in tempo di crisi economica e i comuni non hanno soldi e non possono spendere neppure per cose ben più necessarie che degli addobbi in piazza, questo i cittadini lo hanno capito bene.
Allora è proprio necessario introdurre una festa non contemplata dalla tradizione italiana o toscana in questo momento?

Madre e figlia al mercato

Madre e figlia al mercato

Quando i tempi si fanno duri come ora, c’è crisi economica e i soldi sono scarsi, bisogna scegliere con cura, massima cura, come spenderli i soldi. Madre e figlia sembrano impegnati molto seriamente a non sperperare le risorse della famiglia ma di scegliere tra le tante offerte allettanti quella più buona.
Ho avuto occasione di scattare questa foto terna a un recente mercatino che si è tenuto a Figline in piazza Ficino.