Archivi tag: donna giovane

La mattina dopo la festa

la mattina dopo la festa la piazza è sporca
Sul finire dell’estate su e giù per il Valdarno si celebrano le feste del Perdono nelle piazze principali dei comuni. Con il passare del tempo l’originale significato religioso di queste feste si è completamente perso. Oggi si tratta di operazioni prettamente commerciali che con la scusa di un qualche non ben identificato pseudo medioevo cercano di attirare persone nei centri storici. I pochi commercianti rimasti nei centri sono contenti perché queste feste generano movimento che a sua volta genera acquisti. Un po’ meno contenti sono residenti della zona interessata perché devono sopportare una serie di disagi, non ultimo quello della scomparsa delle già scarse possibilità di lasciare in strada il proprio mezzo di locomozione, bicicletta inclusa, senza averne una controparte.
Figline non fa eccezione: da poco si è concluso con i fuochi di rito il Perdono 2013. La mattina dopo, a festa finita, la piazza centrale ha l’aspetto che la foto di oggi illustra bene. Una operatrice ecologica eroicamente cerca di venire a capo della sporcizia munita solo di una scopa e sollevando parecchia povere. Una signora costretta a passare di lì si è rifugiata sotto la loggia e guarda con interesse l’operato della giovane donna.

Annunci

Fiori di tiglio

Tigli in fiore e signora con telefonino

I tigli sono alberi di notevoli dimensioni, molto longevi, arrivano facilmente fino a 250 anni. Vengono frequentemente usate come piante ornamentali lungo dei viali, nei parchi e nei giardini, anche perché sono piante frugali, poco esigenti come esposizione alla luce e tipo di terreno. A Figline ne abbiamo numerosi esemplari, purtroppo molti di loro sono stati piantati con poco criterio in spazi troppo ristretti per il loro vigore. Allora intervengono i giardinieri del comune con le loro motoseghe terribili e li riducono a tristi monconi che somigliano più a scovolini da gabinetto che ad alberi maestosi quali i tigli sono, se lasciati crescere in pace.
A fine primavera fioriscono abbondantemente e il profumo della fioritura è così intenso da coprire il puzzo di benzina lungo la SR 69 dove ho scattato la foto di oggi.
I fiori dei tigli vengono ricercati dalle api per il loro alto contenuto di nettare. I fiori secchi vengono pure usati a scopo officinale. Il miele di tiglio è ricercato per le sue proprietà terapeutiche. Quest’anno la fioritura dei tigli a Figline è stato in ritardo di due o anche tre settimane a causa della primavera piovosa e fredda e quindi si è protratta fin dentro le prime settimane dell’estate. Testimone di questa fioritura ritardata è anche l’abbigliamento prettamente estivo della giovane signora che passa: pantaloni corti combinati con stivali estivi e occhiali da sole. Non manca neppure il telefonino.