Archivi tag: donna

La casa verde

La casa verde
Nella periferia sud di Figline tra la tratta ferroviaria e il fiume Arno negli ultimi anni si è sviluppato un intero quartiere nuovo. I palazzi sono tutti quanti colorati in sfumature più o meno coraggiose di ocra, colore assai tradizionale nella zona. Inoltre tendono essere alti quattro piano, penso per sfruttare bene la superficie edificabile. Ma nel bel mezzo di questi palazzi si trova uno che inaspettatamente non solo è più basso ma anche è colorato di un bel punto di verde. Si tratta del classico verde degli Habsburg che troviamo anche in alcuni punti del centro storico di Figline. Nel contesto di un quartiere sta proprio bene e aggiunge un tocco di fantasia ad un insieme un po’ monotono.

Signora con cagnolino 2

Una signora con il suo cagnolino
La foto di oggi è strettamente legata a quella di ieri. Ambedue hanno come soggetto una signora e il suo piccolo cane e ambedue mi sembrano una bella conferma della teoria che con il passare del tempo cani e padrone, e ovviamente anche padroni, finiscono per somigliarsi. Guardate con attenzione la pettinatura della signora e poi la pelliccia del cane. Mi chiedo davvero se ambedue non frequentino lo stesso parrucchiere tanto si somiglia lo stile.

Signora con cagnolino

Una signora con suo cagnolino
Si dice che i padroni e naturalmente anche le padrone finiscono per somigliare ai loro cani. La foto di oggi che ho scattato poco fa a Figline mi sembra una dimostrazione di questo detto. Gli occhi della signora sono proprio grandi e vispi come quelli del su cagnolino. Lo tiene avvolto nel suo cappotto per proteggerlo dal freddo e mi mostra orgogliosamente la sua faccina mentre lei stessa si tira discretamente un po’ indietro.

Let there be light

Let there be light
Weekly Photo Challenge: Let There Be Light!
Qui bisogna fare luce!
Tre cittadini stanno pacificamente svolgendo la loro vita in una fredda mattina piovosa a Figline Valdarno. Una donna esce dalla banca ed è alquanto indecisa se andare verso destra oppure sinistra. Un giovanotto che sembra una addetto alla sorveglianza della banca si appoggia al muro perché non c’è proprio nulla di nulla da sorvegliare, un altro giovanotto sta inforcando la sua bici per andarsene da lì. Aveva temporaneamente lasciato la bici sul marciapiede davanti alla banca confidando che in quel luogo nessuno glielo avrebbe rubato.
Insomma un insieme di persone talmente normali nel loro procedere che non desta l’interesse di nessuno tranne che quello della fotografa, sempre alla ricerca di qualcosa da documentare di quel che succede nel tranquillo paese di Figline nel Valdarno dove la criminalità è bassa e la qualità della vita è alta.
Ma il grande fratello non ne è convinto. Ha acceso il suo occhio elettronico a destra in alto a pochi centimetri dalle persone per poter spiare e filmare ben bene ogni loro mossa. il grande fratello ha bisogno di fare luce anche sul nulla, sulla normalità, su tre persone che non destano alcun sospetto neppure a pensare il male più male possibile.

Rughe

Rughe e capelli bianchi
Le rughe della vecchiaia formano le più belle scritture della vita, quelle sulle quali i bambini imparano a leggere i loro sogni.

Dopo la pioggia

Dopo la pioggia i riflessi nelle pozzanghere

Dopo una prolungata e splendida estate di San Martino anche a Figline è iniziato il periodo del tempo invernale. Ci ha sciupato l’ultimo giorno di Autumnia con della pioggia forte che è durata praticamente tutta la domenica e anche il giorno dopo la pioggia è continuata e inoltre si è alzato un forte vento. Ma anche il brutto tempo ha i suoi lati buoni, basta volerli vedere. Nei rari momenti in cui tra uno scroscio e l’altro appare il sole ci sono dei motivi molto interessanti per la fotografa perché le cose si riflettono nelle pozzanghere e anche l’asfalto bagnato fa da specchio. Un pezzo banale di strada e una signora che passa per caso, può diventare motivo che vale uno scatto.

Una volontaria del CALCIT

Una signora, volontaria del CALCIT allo stand dei bomboloni

La splendida signora della foto di oggi è una delle volontarie del CALCIT Valdarno. Il CALCIT, Comitato Autonomo Lotta Contro i Tumori, come ogni anni è presente alla mostra Autumnia che in questi giorni si sta svolgendo con grande successo a Figline con due tipi di intervento. In corso Mazzini c’è un fondo dove si svolge una vendita per beneficenza. Ma lo stand da anni popolarissimo è quello gestito dalle signore dei bomboloni. È collocato sull’angolo di piazza San Francesco, è facile da trovare, basta seguire il profumo di fritto e zucchero che presente nell’aria della zona.