Archivi tag: donne

Tre donne in mezzo alla strada

Tre donne e un cane in mezzo alla strada
Figline nel Valdarno è un posto dove si vive bene, senza stress e con tanta calma. La foto di oggi lo dimostra. Tre bellissime signore, che probabilmente sono amiche, si incontrano per caso e si fermano per scambiare due chiacchere. Fin qui nulla di tanto strano da dedicarci una foto. Ma guardate bene: le signore si sono fermate in mezzo alla strada, precisamente in corso Mazzini, una delle strade principali di Figline. Il cane di una di loro, conoscendo bene la abitudini della sua padrona, ha pure deciso di sdraiarsi comodamente nell’attesa che la passeggiata continui. E che si tratta di una strada trafficata lo dimostra la fiancata della macchina che si vede in basso a destra.
Insomma, a Figline i pedoni godono di libertà che nella vicina metropoli di Firenze nessuno si sognerebbe.

Annunci

Due donne e due biciclette

Due donne e due biciclette
Due donne sono arrivate dritte in piazza Marsilio Ficino con le loro biciclette. Senza indugio posteggiano le bici davanti a un palazzo con il collaudato sistema dell’appoggio del pedale sul marciapiede. Noncurante dei ladri ben organizzati con camioncino che ormai girano anche per Figline rubando bici e motorini non mettono alcun lucchetto e si allontanano. Ormai di loro è visibile solo il riflesso nella vetrina della banca.

Due donne ai flipper

Due donne ai flipper

Talvolta a Figline arrivano le giostre con tutto il loro contorno di occasioni per spendere soldi. Non mancano mai le macchinette dove si può vincere dei soldi. Il problema è che prima di vincere una sola volta bisogna inserire tante monetine nelle macchinette ingorde e perciò la vincita, se mai arriva, in fondo non è un grande business. Ma se fosse diversamente il gestore di questi marchingegni non si guadagnerebbe da vivere. Mi sorprende sempre quante persone sono disposte a tentare la fortuna lo stesso. Le due donne nella foto sembrano alquanto dubbiosi per non dire scocciati; probabilmente si stanno rendendo conto di avere fatto un’investimento sbagliato.

Due donne un gesto

Due donne, il gesto

Ho scattato questa foto durante una visita guidata attraverso la chiesa e il convento di San Francesco. Forse le due donne sono amiche, ma forse stanno semplicemente commentando quel che dice la guida. In Italia è considerato normale toccare la persona con cui si parla anche se non c’è confidenza.

Bomboloni cari

Bomoloni cari da Piero
Autumnia ormai si è chiuso con un’ultima giornata di pioggia intensa, peccato.
La foto della pagina precedente fa vedere una delle bravissime volontarie che vende bomboloni per raccogliere fondi per il CALCIT Valdarno, oggi invece propongo una ragazza giovane che vende per conto di tale Piero. Lo stand si trovava sul angolo di piazza Serristori, cioè praticamente al lato opposto del centro storico rispetto a piazza San Francesco che ospitava lo stand del CALCIT.
Veramente notevole è la differenza di prezzo dei bomboloni nei due posti. Guardate il listino prezzi in basso a destra per crederci. Mentre il CALCIT come prezzo era allineato con quel che si usa nei bar del centro di Figline, da Piero costano più del doppio. Nonostante ciò i clienti non mancavano, anzi.

Due donne in vetrina

Due donne in vetrina
Anche i negozi nel centro di Figline cercano di dare il meglio di sé durante la mostra Autumnia. Nella foto una vetrina in Corso Matteotti che è stata allestita con maestria da un decoratore. Ora una stilista da gli ultimi ritocchi alla pettinatura della bambola usata per l’esposizione. La bambola è talmente ben fatta che sembra più vera della donna vera che la pettina.
Non vi pare?

Due donne bionde e un camionista

Due donne bionde e un camionista
L’altra mattina un grosso camion ha tentato di entrare nel entro di Figline passando per Corso Mazzini. Infatti il camionista ha sbagliato strada e invece di procedere dritto per la SS 69 aveva scelto la stradina a sinistra che conduce a Piazza Dante. Si è reso conto per tempo che qualcosa non andava per il verso giusto; probabilmente il suo indicatore di strade elettronico aveva dato informazioni sbagliate, come regolarmente succede quando si tenta di destreggiarsi nei centri storici delle cittadine italiane usando le mappe di Google. Quindi ha fermato il camion accostando quanto poteva e ha cercato aiuto. Due signore bionde sono subito accorse ad aiutarlo. Dato che l’italiano del camionista era un po’ approssimativo la conversazione è stata difficoltosa, ma dopo molte parole e tanti gesti il camionista è tornato nel camion ed è ripartito non senza problemi. Il camion era grosso, come ho già detto e le strade in quella parte di Figline sono strette.