Archivi tag: fontana

Ragazza con cellulare

Ragazza con cellulare alla fontana in piazza Serristori a Figline
Ho voluto controllare cosa direbbe Google sulla mia foto di oggi chiedendo le due parole ‘ragazza’ e ‘cellulare’. Bene, le prime pagine di risultati della ricerca erano pieni di link allo stesso video su Youtube che fa vedere come un giovanotto bello alto e grosso strappa un cellulare dalla mano di una ragazza minuta. Ma lei invece di disperarsi o cercare aiuto lo aggredisce e lo mette KO in pochi secondi. Sarebbe accaduto in Russia in una qualche metropolitana nel mese di luglio di quest’anno.
Se non è vero, è ben inventato, direbbe la mia nonna.
Mi sembra che la bella ragazza seduta alla fontana in piazza Serristori a Figline sia proprio una tipa del genere descritto dal video russo.
Ladri di cellulari siete avvisati!

Annunci

Il pranzo delle farfalle

Due farfalle si nutrono di susine cadute a terra
A Brollo che è una frazione di Figline Valdarno c’è una fontana naturale frequentatissima dagli abitanti della zona che lì si riforniscono di acqua minerale a gratis. Direttamente sopra la fontana cresce un susino selvatico che ormai ha raggiunto notevoli dimensione e ovviamente in questo periodo è pieno di frutti maturi. Dato che nessuno li raccoglie, i frutti cascano in terra dove formano un dolce tappeto. Molti cascando si spaccano, altri vengono schiacciate dalle persone che si recano a raccogliere l’acqua della fonte.
Questi frutti aperti per terra attirano grandi quantità di farfalle di varie specie che si cibano della polpa delle susine. Predominante tra le farfalle è la specie spettacolare della foto. Il loro nome scientifico è Hipparchia semele, gli inglesi li chiamano “Graylings”, mentre in tedesco si chiamano “Samtfalter”, Farfalle Velluto, nome che descrive alla perfezione la qualità delle loro ali, ali che hanno peraltro la spettacolare apertura di 5 – 7 centimetri. Nel 2005 furono nominati “farfalle dell’anno”, per attirare l’attenzione sul fatto che stanno scomparendo.
In italiano non hanno nome alcuno, come del resto tante altre bestioline e piante, fatto che continua a sorprendermi.
Osservare le Farfalle Velluto è molto divertente. Quando atterrano chiudono le ali così rapidamente che è impossibile fotografare il loro interno. Poi tirano giù, verso l’interno, pure la coppia di ali superiori e in tal modo si mimetizzano parecchio con l’ambiente mentre si cibano. Quando si sento minacciati mandano in sù repentinamente le ali prima nascoste spaventando il presunto nemico gli occhi sulle ali.
È questo il momento per scattare la foto!

Un cane beve alla fontana

Un cane beve alla fontana
Fa caldo.
Fa tanto caldo ai padroni quanto ai loro cani e tutti hanno sete. Mentre per gli esseri umani e per i piccioni è facile dissetarsi alla fontanella in piazza a Figline non è così per i cani. Infatti nella vaschetta inferiore che sarebbe raggiungibile per i cani l’acqua non si raccoglie e i cani tentano abbastanza inutilmente di acchiappare l’acqua che casca a zampillo scarso.
Ma il padrone della foto mostra particolare empatia con il suo migliore amico. Con le sue mani forma una ciotola per raccogliere il prezioso liquido e lo offre al suo cane che lo beve con entusiasmo.
Una piccola scena toccante.

Nonno va in farmacia

un signore anziano si reca in farmacia con la bicletta
Un cittadino di Figline Valdarno si reca nella farmacia che si trova a metà della Piazza Ficino. Ha scelto di muoversi in bicicletta, perché con la bici non trova problemi di posteggio una volta arrivata a destinazione. Se avesse preso la macchina sarebbe tutt’altra storia. Arrivato davanti alla farmacia appoggia la sua bici senza indugio ad uno dei pilastri che reggono la loggia.
Da notare pure la fontana, uguale a quella di Piazza Serristori, ma assai più piccola. Inoltre da tempo non da più acqua ed è pure gravemente danneggiata da un atto di puro vandalismo. Una volta al posto di questa misera fontana semidistrutta c’era un buon pozzo.

Piazza Serristori di sera

Piazza Serristori di sera con nebbia fitta

D’inverno a Figline nel Valdarno la nebbia è di casa. Anche se durante il giorno il sole vince le nuvole per qualche ora, come cade la sera la nebbia si alza e avvolge tutto nel suo umido abbraccio. Nella foto di nuovo Piazza Serristori, sempre visto dal lato est attraverso l’acqua che casca dalla fontana. Sono circa le sette di sera e alcune perdono si sono fermate per scambiare due chicchere. I fari di una macchina che sopraggiunge illuminano la scena e mi rendono possibile lo scatto.

Piazza Serristori

La fontana in Piazza Serristori

Il lato est di Piazza Serristori come si presenta oggi, dopo alcuni grossi interventi urbanistici. Qui anticamente si trovava la “porta Fiorentina”, una delle quattro porte che davano accesso alla Figline medievale.
La fontana, frutto di un intervento recente non felicissimo, sostituisce l’antico pozzo nel centro della piazza. È interessante notare che in piazza Ficino si trova una piccola copia di questa fontana, copia non più funzionante e parecchio mutilata da interventi vandalici. C’era pure una terza copia di questa fontana in un piazzale adiacente a Via Galilei ma recentemente è stata smontata e sostituita con delle panchine.
Sembra proprio “compra tre fontane, paga due”.
Comunque, di sera, questo lato della piazza è un punto di ritrovo per i giovani di Figline che si fermano volentieri alla “Gatehouse Pub”.