Archivi tag: giocattoli

Natale

Vetrine di natale con bambina
Una delle più popolari canzoni di avvento è “Sileziosa cade la neve” che riporto qui di seguito.
Parole e musica di Eduard Ebel

Leise rieselt der Schnee,
Still und starr liegt der See,
Weihnachtlich glänzet der Wald:
Freue Dich, Christkind kommt bald.

In den Herzen ist’s warm,
Still schweigt Kummer und Harm,
Sorge des Lebens verhallt:
Freue Dich, Christkind kommt bald.

Bald ist heilige Nacht;
Chor der Engel erwacht;
Horch nur, wie lieblich es schallt:
Freue Dich, Christkind kommt bald.

Annunci

Bambine al mercato

Due bambine al mercato

Si svolge un mercatino di cose usate in piazza Ficino a Figline. Due bambine hanno scelto oggetti di loro gradimento e si sono messi a sedere in terra, subito accanto alla venditrice, a giocare probabilmente senza aver ancora pagato.

La Signora Rosina

La Signora Rosina alla finestra della sua casa

A Figline tutti conoscono la Signora Rosina. È come un’istituzione. Benché in meritata pensione da anni, dopo una lunga vita lavorativa e tanti contributi pagati, oggi continua a lavorare, anzi probabilmente lavora più ore di prima. Gestisce un piccolo fondo in Corso Mazzini dove espone oggetti usati di ogni tipo. Gli oggetti stessi sono donazioni da parte di persone di buona volontà. Avverso un piccolo compenso questi oggetti te li porti a casa. Ma la Signora Rosina non lo fa per integrare la sua pensione sicuramente non molto alta, ma per raccogliere fondi da destinare ad alcune organizzazioni umanitarie che lavorano in Africa. Particolarmente graditi da grandi e piccoli è l’angolo dove tiene esposto i giocattoli. I piccoli sono felici di poter scegliere tra tanti oggetti diversi e le mamme sono ancor più contente perché spendono poco lì nel fondo della Signora Rosina.
Oltre a quest’attività imprenditoriale la Signora Rosina è anche una brevetta giardiniera che ha cura dei fiori lungo il muro in Via Guinelli. Con cura particolare tende alla fioriera davanti al tabernacolo che è sempre piena di piante in fiore per tutto l’anno.
Potessero tutte le persone invecchiare tanto garbatamente quanto la Signora Rosina!