Archivi tag: hanami

Ciclista solitario

Un ciclista solitario corre sotto gli alberi sakura in pieno fiore

Un ciclista solitario corre introno alla rotonda spartitraffico davanti al supermercato Lidl. Sullo sfondo si vede il muro fonoassorbente che dovrebbe proteggere il giardino che si trova dall’altro lato dai rumori molesti del traffico. L’idea di filtrare i rumori è buona perché si tratta dello spazio verde intorno a una scuola primaria. In primo piano invece alcuni degli alberi sakura di una lunga sfilata di alberi di tal genere che i responsabili del supermercato hanno fatto piantare lungo il perimetro del posteggio di loro pertinenza. Gli alberi ormai vecchi di qualche anno sono sani e robusti e offrono uno spettacolo unico e gratis a chi va a fare la spesa. Ma quel che è più importante questi alberi non si trovano sotto la dittatura del comune e dei suoi giardinieri barbarici che potano gli alberi in modo atroce mentre stanno aprendo i fiori!
Purtroppo quest’anno un ritorno di freddo, pioggia incessante e vento forte hanno messo a dura prova la fioritura degli alberi sakura di Figline e le ore per fare del hanami, vedere i fiori, oppure per scattare qualche foto erano veramente contate.

Annunci

Nonno in bici e hanami

Un nonno pensoso passa in bici davanti ad alberi sakura
Un uomo in là con gli anni viaggia lentamente con la bicicletta lungo la SS 69 nella periferia sud di Figline nel Valdanro. A giudicare dal colore della bici è un sostenitore della locale squadra di calcio, la Fiorentina. Il delicato viola della bici si intona perfettamente con il colore dei fiori di alcuni splendidi esemplari di alberi sakura; la ringhiera verde, colore complementare, ne esalta il contrasto cromatico. Gli alberi nella foto non sono certo secondi in bellezza ai loro parenti che in questo momento fioriscono in Giappone, dove la popolazione li sta festeggiando con il consueto hanami. Hanami vuol dire “vedere i fiori”. È un’antica consuetudine dei giapponesi che unisce l’omaggio alla bellezza della fioritura a una riflessione seria. L’effimera natura dei fiori è considerato simbolo della fragilità della vita.
In italiano questi alberi vengono chiamati anche ciliegi giapponesi, benché non sono ciliegi ma susini (Prunus ssp.). Il loro dolce profumo è più forte del odore di benzina, almeno nel tratto in cui accompagnano la SS 69, e il nonno sembra essersene accorto e goderne.

Fiori di sakura

Fiori di sakura, ciliegio japonese
A Figline sono sbocciati i primi fiori di sakura!
I sakura sono alberi che vengono piantati in abbondanza in Italia lungo le strade e nei giardini pubblici e privati. Di solito vengono chiamati “ciliegi japonesi” anche se si tratta di alberi che appartengono al genere Prunus .
A giorni questi alberi, di cui a Figline abbiamo alcuni esemplari splendidi, si trasformeranno in nuvole profumate e ci offriranno per una dozzina di giorni uno degli spettacoli più belli che la natura ha creato. Il fiore dei sakura, la loro delicatezza, la brevità della loro esistenza, sono per i giapponesi il simbolo della fragilità della vita, ma anche della rinascita, e soprattutto della generosità dell’esistenza.
I giapponesi festeggiano questa fioritura con un’usanza chiamata “hanami” che vuol dire “vedere i fiori”. Si recano in massa all’aperto e fanno dei picnic sotto l’ombra dei sakura, picnic che spesso si protraggono per buona parte della notte. Infatti in molte città i sakura in fiore vengono illuminati con giochi di luce.