Archivi tag: macro

Coccinelle

una coccinella
A Figline nel Valdarno non sei mai lontano da qualche giardino, neanche quando abiti in pieno centro come me. Ci sono i giardini pubblici per lo più di recente impianto e quindi gli alberi sono ancor piccoli e danno poca ombra d’estate, però già fioriscono nella loro stagione e attirano api, bombi e farfalle. Poi ci sono innumerevoli giardini e giardinetti privati, spesso ben visibili dalle strade pubbliche, che contribuiscono a rendere l’atmosfera della cittadina assai gradevole e verde.
È possibile scattare foto a tema naturalistico quasi ovunque, anche la nella piazza principale. Oltre alle zanzare che tutti notano perché danno fastidio, nei giardini di Figline si può osservare tante specie di insetti utili e belli, compresi le coccinelle, cosa che fa la gioia di chi si diletta di fotografia macro. Per chi volesse sapere i particolari tecnici: uso l’obiettivo macro 100 mm della Canon montato su una macchina 350D, sempre della Canon. Scatto le foto sempre a mano libera. Mi piace osservare gli animaletti e scattare le foto solo quando mi offrono spontaneamente una inquadratura interessante. Se montassi la macchina fotografica su un cavalletto e mi ci mettessi dietro, queste foto spontanee non sarebbero possibili.
Come si fa a non essere contenti di poter vivere a Figline nel Valdarno?

Annunci

Una comune pratolina

Una pratolina comune fiorisce

L’inverno è ai suoi massimi rigori qui nel Valdarno. Vuol soltanto dire che il Pratomagno è spolverato di un po’ di neve e la temperatura di notte talvolta si avvicina ai 0 gradi, mentre di giorno, specie se c’è il sole, l’aria è piacevolmente fresca. Generalmente parlando la natura è parecchio addormentata in attesa della prossima primavera. Ma guardano con attenzione i prati si trovano delle pratoline comuni (Bellis perennis) in pieno fiore come quella che ho fotografata ieri durante una passeggiata lungo gli argini dell’Arno. Infatti le pratoline qui da noi fioriscono per tutto l’anno, senza interruzione anche se durante la brutta stagione sono assai meno frequenti e tendono a essere più piccoli e avere un gambo più corto che nelle stagioni propizie alla fioritura.