Archivi tag: ora dorata

La donna con la borsa rossa

La donna con la borsa rossa
Gli ultimi raggi del sole, che sta per sparire dietro le colline del Chianti, regalano a Figline l’atmosfera incantata di quel che molto impropriamente viene detto “ora dorata”. In realtà si tratta di pochi minuti che per la loro breve durata sono tanto più preziosi.
I gli uccelli smettono di cantare e si preparano per la notte, i rumori si attutiscono come per incanto, la vita della cittadina rallenta. Una signora con borsa rossa e dall’abbigliamento curato fin nei piccoli dettagli sta tornando a casa.

Annunci

Autoritratto con graffiti

Autoritratto con graffiti
Weekly Photo Challenge: In the Background

Il sole sta tramontando su Figline nel Valdarno e sul ingresso della passerella pedonale che conduce dallo stadio alla stazione. L’ombra che getto sulla pavimentazione in cotto si fa progressivamente più lunga. Una chiazza nera sul muro di fronte sembra proprio messa lì dal giovane artista dei graffiti per fare da testa al mio corpo allungato. È in atto il fenomeno che viene chiamato “l’ora dorata“, anche se dura solo pochi minuti e il suo apice, durante il quale i colori sono particolarmente intensi, pochi secondi. Questo tipo di foto bisogna scattare il fretta perché sul più bello il sole sparisce dietro le colline del Chianti e il fenomeno insieme ai bei colori caldi svanisce.

La Casa del Combattente

La Casa del Combattente a Figline Valdarno

La Casa del Combattente è un edificio degli anni trenta. Fu costruito sotto la guida dell’architetto Ezio Cerpi, senese (1868-1958) secondo i criteri estetici allora in voga e quindi costituisce un interessante esempio della stratificazione dei gusti che si sono succeduti negli ultimi 2000 e più anni a Figline nel Valdarno.
Al tramonto nel Valdarno è molto intenso il fenomeno dell’ora dorata. Gli edifici, specie quelli come la Casa del Combattente costruita con mattoni e pietre naturali, si tingono di giallo-oro e rende possibile scattare foto come quella sopra. Certo, sarebbe meglio parlare di minuti dorati, perché il fenomeno dura ben poco e la sua intensità dipende anche dalle condizioni atmosferiche della giornata e non è per niente garantito. Perciò bisogna avere la macchina fotografica pronta e ben impostata per poter sfruttare questa luce magica che tutto trasforma e trasfigura.
Da notare inoltre i piccioni, onnipresenti a Figline, che si stanno mettendo in fila lungo il cornicione per passare la notte in sicurezza.

La torre del Palazzo Pretorio

La torre del Palazzo Pretorio a Figline

Uno dei tanti monumenti storici a Figline Valdarno è il Palazzo Pretorio. È di origine trecentesca, ma durante i secoli fu fortemente rimodellato più volte fino a ottenere il suo aspetto odierno che non corrisponde al progetto originale. Un particolare curioso è che la torre è alquanto inclinata, ma nonostante questo fatto si presenta stabile e robusta.

Qui sotto l’elenco degli altri post del mese di gennaio

  1. Monumento ai caduti - Alla fine della prima delle grandi guerre che hanno devastato l'Europa nel secolo scorso gli abitanti di Figline hanno voluto dedicare un monumento alla memoria perenne dei soldati caduti.
  2. Piazza Serristori di sera - D'inverno a Figline nel Valdarno la nebbia è di casa.
  3. Piazza Serristori - Il lato est di Piazza Serristori come si presenta oggi, dopo alcuni grossi interventi urbanistici. Qui anticamente si trovava la "porta Fiorentina", una delle quattro porte che davano accesso alla Figline medievale.
  4. La Casa del Combattente - La Casa del Combattente è un edificio degli anni trenta. Fu costruito sotto la guida dell’architetto Ezio Cerpi, senese (1868-1958).
  5. Alla fermata del bus - Accanto alla stazione ferroviaria di Figline Valdarno c'è pure la stazione dei bus.
  6. Antiche mura e panni al vento - Una ragazza osserva dalla finestra nelle antiche mura quel che succede di sotto nel giardino. Figline infatti conserva ancora oggi buona parte delle sue mura trecentesche che permettono di farci un’idea dell’architettura militare del Medioevo.
  7. Vicolo dei Libri - Uno dei tanti vicoli pittoreschi di Figline nel Valdarno. Questo unisce le due grosse piazze del centro storico.
  8. Pallone in Piazza Ficino - Il cuore antico di Figline nel Valdarno è una bella piazza ampia e circondata da edifici di interesse storico e artistico. È intitolata a Marsilio Ficino che è nato e cresciuto qui a Figline.
  9. Piccioni a Figline - Piove da giorni a Figline e i piccioni si sono rifugiati sotto un tettuccio per aspettare tempi migliori.
  10. Parco eolico di Montemignaio - Il parco eolico è situato in corrispondenza del crinale di Monte Secchieta, precisamente nei pressi di Poggio della Risala, nel comune di Montemignaio (AR).
  11. Buoi di razza Chianina - Per la festa di San Antonio è tradizione di portare gli animali in piazza davanti alla Collegiata di Figline Valdarno.
  12. Treni ad alta velocità - I treni ad alta velocità della linea Firenze - Roma percorrono il Valdarno a tutte le ore del giorno e anche nelle ore notturne.
  13. Una comune pratolina - Una comune pratolina fiorisce in pieno inverno nei prati di Figline.
  14. Un bambino studia - Oggi gli operai si sono approfittati della bella giornata e hanno finalmente smontato le luminarie che durate le festa hanno decorato la centrale piazza Marsilio Ficino a Figline Valdarno.
  15. Lucchetti dell’ amore a Figline - Recentemente sono comparsi dei lucchetti dell'amore sulla ringhiera del ponte sull'Arno a Figline Valdarno.
  16. Panni al vento - Si fa vedere il sole, anche se il cielo non promette nulla di buono.
  17. Lavori in corso - Da alcuni mesi ci sono dei lavori in corso lungo la tratta ferroviaria che attraversa il comune di Figline Valdarno.
  18. Un artigiano sul tetto - D'inverno a Figline nel Valdarno piove. Piove parecchio e per ore.
  19. Babbo Natale ko - Ma cosa fa babbo natale tutto il resto dell'anno?
  20. Bicicletta vintage e rossa - Figline nel Valdarno si sviluppa essenzialmente in pianura e quindi gli spostamenti in bicicletta sono piacevolissimi.
  21. Pretty Bar in piazza Ficino - Il cuore della Figline antica è una piazza intitolata al figlio più illustre della cittadina: Marsilio Ficino.
  22. Una mela al giorno … - "Una mela al giorno leva il medico di torno".
  23. Mercato settimanale a Figline - Il martedì a Figline Valdarno è dedicato al mercato settimanale.
  24. Si smonta l’albero di natale - È il giorno dopo la festa della Befana.
  25. Ancora nebbia nel Valdarno - In questi giorni la mattina la nebbia è così fitta che posso fotografare direttamente dentro il sole.
  26. La Befana vien di notte - Nella notte tra il 5 e il 6 gennaio gira la Befana
  27. Tre donne nella nebbia - Nel Valdarno d’inverno, ma anche in autunno e in primavera, la nebbia è frequente e soprattutto fitta. E Figline, che si trova nel centro del Valdarno, la mattina spesso si trova immersa in una densa zuppa di umidità biancastra che tutto attutisce. Svaniscono colori e suoni. Tre donne camminano, attraversando la piazza Marsilio Ficino, centro […]
  28. Luna piena sul Pratomagno - Il Pratomagno è la montagna più alta della Toscana, infatti è così alto che d'inverno la sua cima di solito è coperta da neve.
  29. Filare la lana - A Figline nel Valdarno è possibile trovare ancora molti artigiani che sanno esercitare vecchi mestieri ormai scomparsi nell'economia moderna.
  30. Un vicolo a Figline - Nel centro storico di Figline ci sono tanti strettissimi vicoli tra i vari blocchi di case. Per chi li conosce bene sono comode scorciatoie.
  31. La torre del Palazzo Pretorio - Uno dei tanti monumenti storici a Figline Valdarno è il Palazzo Pretorio.