Archivi tag: sera

Figline multietnica e hijab

Donne musulmane con hijab e vestiti modesti
In presenza di uomini che non sono familiari stretti, le donne musulmane dovrebbero vestirsi modestamente, cosi che i loro ornamenti (sorgente di bellezza e attrazione) siano celati. Tutti i sapienti islamici concordano che la donna dovrebbe coprire decorosamente tutto il corpo, salvo mani e viso. Le donne mussulmane adempiono questo requisito vestendosi con abiti larghi e velando il loro capo.
Le tre signore musulmane della foto di oggi, mi sembra, sono vestito secondo le regole islamiche; inoltre per prendere un po’ di fresco in piazza e per godersi la vita notturna di Figline si sono fatti accompagnare da un uomo, certamente un loro parente stretto, che siede a rispettosa distanza da loro, ma sulla stessa panchina. Del resto si tratta dell’unica panchine disponibile in piazza Ficino, se non si vuole spendere soldi e recarsi in qualche bar.
Le donne hanno coperto il capo con dei hijab. Il termine hijab (“rendere invisibile, celare allo sguardo, nascondere, coprire”) indica qualsiasi barriera di separazione, posta davanti a un essere umano o a un oggetto, per sottrarlo alla vista o isolarlo. Il significato della parola è dunque più ampio dell’italiano “velo”, in quanto indica un oggetto che serve per proteggere o per nascondere, ma che non separa.
Normalmente, però, il termine ḥijāb viene usato in riferimento ad un particolare capo di abbigliamento femminile, il “velo islamico”, e in particolare a quella foggia di velo che adempie almeno alle norme minime di velatura delle donne, così come sono sancite dalla giurisprudenza islamica.

Annunci

La donna con la borsa rossa

La donna con la borsa rossa
Gli ultimi raggi del sole, che sta per sparire dietro le colline del Chianti, regalano a Figline l’atmosfera incantata di quel che molto impropriamente viene detto “ora dorata”. In realtà si tratta di pochi minuti che per la loro breve durata sono tanto più preziosi.
I gli uccelli smettono di cantare e si preparano per la notte, i rumori si attutiscono come per incanto, la vita della cittadina rallenta. Una signora con borsa rossa e dall’abbigliamento curato fin nei piccoli dettagli sta tornando a casa.

Piazza Serristori di sera

Piazza Serristori di sera con nebbia fitta

D’inverno a Figline nel Valdarno la nebbia è di casa. Anche se durante il giorno il sole vince le nuvole per qualche ora, come cade la sera la nebbia si alza e avvolge tutto nel suo umido abbraccio. Nella foto di nuovo Piazza Serristori, sempre visto dal lato est attraverso l’acqua che casca dalla fontana. Sono circa le sette di sera e alcune perdono si sono fermate per scambiare due chicchere. I fari di una macchina che sopraggiunge illuminano la scena e mi rendono possibile lo scatto.