Archivi tag: sport

Gli argini

Gli argini dell'Arno nella nebbia con sportivi
Gli argini dell’Arno proteggono l’abitato di Figline – almeno parzialmente – da rovinose alluvioni. Ma siccome su Figline insistono anche altri fiumi all’infuori dell’Arno, anche quest’anno una parte di Figline è stata funestata da un alluvione disastrosa.
Di solito gli argini sono la metà di tanti sportivi che si allenano per le corse o semplicemente fanno footing per la salute. Anche nelle mattine di nebbia piuttosto fitta c’è un traffico intenso di chi corre e di chi cammina per tenersi in forma. Invero il sole fa del suo meglio per dissipare la nebbia ma ancora non ci è riuscito.

Estate di San Martino

Estate di San Martino, jogging
In questi giorni a Figline ci stiamo godendo una bella estate di San Martino. La temperature è mite, quasi estiva, il cielo è limpido ma prati e boschi virano di colore e si tingono di giallo e rosso autunnale. Nelle botteghe sono comparso sia il vino novello, sia le castagne. Lungo gli Argini dell’Arno molti sportivi se ne approfittano del buon tempo per allenarsi.

La nebbia a gl’irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
Urla e biancheggia il mar;

Ma per le vie del borgo
Dal ribollir de’ tini
Va l’aspro odor de i vini
L’anime a rallegrar.

Gira su’ ceppi accesi
Lo spiedo scoppiettando:
Sta il cacciator fischiando
Su l’uscio a rimirar

Tra le rossastre nubi
Stormi d’uccelli neri,
Com’esuli pensieri,
Nel vespero migrar.

San Martino di Giosuè Carducci

Figline città di sport

Dimostrazione di arte marziale in piazza Ficino
Questo fine settimana si svolge la manifestazione “Figline città di sport”. Tante associazioni sportive nonché scuole di danza hanno allestito degli spazio in giro per le piazze di Figline dove dimostrano ciò che si può imparare frequentandoli. Un po’ ovunque nelle varie piazze del centro storico si incontra giovani e meno giovani in abbigliamento sportivo intenti a impiegarsi nelle tante discipline che vengono praticate nelle palestre di Figline. Il numero è davvero sorprendente. Non mancano spazi dove bambini, anche piccolissimi, possono avvicinarsi ad alcune discipline sportive adatte alla loro età. I piccoli si divertono visibilmente un mare a imparare qualcosa che non hanno mai fatto.
Nella foto una dimostrazione di arti marziali sul palco centrale in piazza Marsilio Ficino.

Arrampicata

Arrampicata

L’arrampicata è definita come la salita di un ostacolo, sia esso una parete rocciosa, naturale sia esso un sasso, un pannello artificiale o una qualsiasi struttura urbana. Il percorso effettuato durante un’arrampicata viene detta via d’arrampicata.
L’arrampicata indoor è l’arrampicata praticata su strutture costituite da pannelli su cui si montano delle prese, appigli artificiali di resina o altro materiale. L’arrampicata indoor serve sia come luogo di allenamento che come terreno per competizioni. Solo le primissime gare d’arrampicata si fecero sulla roccia vera ma fu subito evidente la difficoltà di creare e cambiare i percorsi di gara.
Durante una recente manifestazione sul campo sportivo di Matassino l’Associazione Polisportiva Dilettantistica FUORITRACCIA ha offerto una delle sue strutture perché i bambini potessero provare cosa significa misurarsi con una parete verticale. A giudicare dal gran numero di bambini in coda per poter provare la “roccia” bisogna dire che l’offerta è stata coronata di successo. Nella foto una delle rare bambine che ci hanno provato.

Insieme per il CALCIT

Insieme per il CALCIT, due bambini corrono
The sign says: Insieme per il CALCIT, together for CALCIT

La piazza Marsilio Ficino nel centro storico di Figline nel Valdarno viene spesso usata per manifestazioni di ogni genere. Recentemente ha ospitato una manifestazione sportiva organizzata a favore del CALCIT. CALCIT vuol dire Comitato Autonomo Lotta Contro i Tumori ed è un’associazione di volontariato e di solidarietà senza fini di lucro ed apolitica. Il suo scopo primario è quello di reperire fondi per l’acquisto di apparecchiature atte alla diagnosi, prevenzione e cura delle malattie tumorali, da consegnare alle strutture sanitarie pubbliche nel Valdarno.
Durante un intervallo un ragazzo con la sua sorellina si sono impossessati della pista per un esercizio di partenza. Era veramente ilare osservarli perché il ragazzo ovviamente sapeva correva bene, ma la ragazzina, che aveva a malapena due anni, non riusciva proprio a coordinare le sue partenze con i comandi.

Gara

Gara di corsa per le vie di Figline, domenica
La scorsa domenica si è svolta una gara di corsa nel Valdarno. Una parte del percorso toccava alcune strade nel centro di Figline. Per chi domenica mattina passeggia in centro, è stato un gradevole spettacolo. Nella foto vediamo una delle concorrenti mentre lascia corso Mazzini per svoltare verso piazza Dante e poi tornare indietro lungo via Fabrini. Insomma il percorso assurdo che è diventato obbligatorio dacché una parte di piazza Ficino è stata dichiarata zona blu.
I partecipanti alla gara erano assai numerosi e il loro passaggio e durato un bel po’ creando una gran coda di automobilisti più o meno arrabbiati per l’improvviso ostacolo. Sarebbe stato facilissimo creare un percorso alternativo per le macchine fin tanto che durava la manifestazione sportiva, ma nessuno ci aveva pensato.

Jogging a Figline

Una coppia fa lo jogging con cane sugli argini dell'Arno a Figline
Lo jogging è una passeggiata in forma di corsa a passo lento e piacevole. Il suo scopo principale è aumentare il benessere fisico di senza però subire lo stress di una corsa vera e propria, che è più veloce. È un’attività sportiva principalmente praticato da non professionisti. Lo jogging è diventato molto popolare in quanto è un esercizio aerobico, salutare per cuore e polmoni, è un modo eccellente di migliorare l’apparato circolatorio, la densità minerale ossea e la resistenza fisica. È praticabile da chiunque sia in un buono stato di salute. Infatti a Figline sugli argini dell’Arno e nelle strade e stradine che ci conducono c’è un intenso passaggio di individui e gruppi che praticano tale sport, specialmente ora che finalmente il sole si fa vedere, i prati sono fioriti e l’aria è piacevolmente temperata. Ho potuto osserevare persone di tutte le età, sportivamente vestite di tute multicolore, i più ardimentosi pure in pantaloncini corti, a correre per la salute e divertendosi allo stesso momento. Delle tante foto che ho scattato ne ho scelto una che mi pare particolarmente simpatica; si vede una giovane coppia con cane a seguito. I due sono a loro agio e felici.

Gli argini dell’Arno

Weekly Photo Challenge: Color
Gli argini dell'Arno a Figline

A Figline il Valdarno si presenta come una tipica valle, solcata dal corso dell’Arno che scorre da Sud-Est a Nord-Ovest, è ben delimitata ad Est dal Pratomagno e a Ovest dai Monti del Chianti. Il fiume si è scavato profondamente il suo corso, per cui il fondovalle è relativamente stretto e percorso da grandi arterie di comunicazione quali la regionale 69, l’autostrada A1 del Sole, la ferrovia e la direttissima Firenze – Roma.
È sabato mattina e nella foto per fortuna non si sente il sibilio combinato di treni e macchine che alligna nell’aria girono e notte. Siamo in primavera piena e finalmente il sole splende sulla vallata. Il cielo è limpido e migliaia di piante di tarassaco fioriscono creando così un incantevole contrasto tra il giallo e il blu. L’esistenza è più brava di qualunque pittore nel scegliere i colori della sua tavolozza! Per non creare fastidio agli occhi evita di porre i due colori complemantari troppo vicini una all’altra, ma pone tra di loro una striscia di verde sotto forma di prato succulento. L’armonia è perfetta e viene completata da un uomo si esercita faccendo il nordic walking lungo la stradina in cima agli argini dell’Arno, la sua tuta riprende il colore del cielo, il blu.

Calcio femminile

Una bambina gioca a calcio

In Inghilterra le donne hanno giocato a calcio fin dalla fine dell’Ottocento e da lì il calcio femminile si diffuse nella maggior parte del mondo. Inizialmente il calcio femminile era associato a partite di beneficienza e all’esercizio fisico. Ma questo iniziò a cambiare negli anni settanta del secolo scorso con l’avvento del calcio femminile organizzato. Il calcio femminile è in diversi paesi lo sport di squadra femminile principale e uno dei pochi con serie professionistiche. La crescita del calcio femminile professionistico ha visto il lancio di competizioni, sia nazionali che internazionali, simili al calcio maschile. Nel 1991 fu tenuto il primo campionato di calcio femminile e da allora viene tenuto ogni quattro anni.
In Italia è uno sport assai seguito e le bambine moderne non si fanno problemi a esercitarsi con il pallone e a gareggiare con i maschi. Nella foto una futura campionessa che si allena nonostante le pozzanghere e la forte pendenza del terreno, per non parlare dello spazio ristretto al quale è costretta.