Archivi tag: telefonino

Giocattolo per adulti

Giocattolo preferito dagli adulti il telefonino
Un signore decisamente non più giovane, tant’è vero ormai i suoi capelli si tingono di bianco, si sta divertendo con il suo giocattolo preferito, un telefonino del tipo smart, quindi detto anche smartphone. Da quanto, nonostante la sua età, si sente ancora bambino si è pure seduto sull’altalena nel giardino pubblico. Ci sarebbero state ben cinque panchine disponibili a pochi metri, e tutte e cinque erano vuote quando ho scattato la foto, ma lui, tutto preso dal suo giocattolo preferito e tornato bambino, sceglie l’altalena riservata per ordinanza comunale a chi ha meno di dodici anni.
Un fatto che fa riflettere.

Annunci

Ragazzo con cellulare

Ragazzo con cellulare
Non vorrei si pensasse che a Figline a usare il cellulare sono solo le ragazze. Quindi oggi per par condicio e correttezza politica metto la foto di un ragazzo che sta comunicando via telefonino durante l’intervallo a scuola. Evidentemente per questo ragazzo una persona lontana è più importante che non i suoi compagni di classe e comunque di studio che passano su e giù per le scale e che chiamano dalle finestre.

A Figline si comunica

A Figline si comunica
Comunicare significa trasmettere delle notizie; è un’attività alla quale gli esseri umani a Figline, come anche nel resto del mondo, dedicano molto tempo. Il mezzo preferito per raggiungere qualcuno a distanza a Figline ormai è il telefonino. Anziani e giovani lo manipolano con destrezza e frequentemente per scambiare due parole e talvolta pure per trasmettere qualche notizia importante del tipo: “Mamma butta la pasta, sto arrivando.” Però si vede anche tante persone fermarsi per strada quando incontrano qualcuno di loro conoscenza e a un breve saluto segue un lungo colloquio.
Sono riuscita a fermare ambedue questi aspetti della comunicazione in una sola foto; la ragazza in primo piano, dall’apparenza in pausa pranzo, oltre a consumare un panino si è collegato tramite telefonino alla conversazione da intervallo dal lavoro; sullo sfondo invece due persone si sono incontrate e fermate perché hanno cose da dirsi.

Fiori di tiglio

Tigli in fiore e signora con telefonino

I tigli sono alberi di notevoli dimensioni, molto longevi, arrivano facilmente fino a 250 anni. Vengono frequentemente usate come piante ornamentali lungo dei viali, nei parchi e nei giardini, anche perché sono piante frugali, poco esigenti come esposizione alla luce e tipo di terreno. A Figline ne abbiamo numerosi esemplari, purtroppo molti di loro sono stati piantati con poco criterio in spazi troppo ristretti per il loro vigore. Allora intervengono i giardinieri del comune con le loro motoseghe terribili e li riducono a tristi monconi che somigliano più a scovolini da gabinetto che ad alberi maestosi quali i tigli sono, se lasciati crescere in pace.
A fine primavera fioriscono abbondantemente e il profumo della fioritura è così intenso da coprire il puzzo di benzina lungo la SR 69 dove ho scattato la foto di oggi.
I fiori dei tigli vengono ricercati dalle api per il loro alto contenuto di nettare. I fiori secchi vengono pure usati a scopo officinale. Il miele di tiglio è ricercato per le sue proprietà terapeutiche. Quest’anno la fioritura dei tigli a Figline è stato in ritardo di due o anche tre settimane a causa della primavera piovosa e fredda e quindi si è protratta fin dentro le prime settimane dell’estate. Testimone di questa fioritura ritardata è anche l’abbigliamento prettamente estivo della giovane signora che passa: pantaloni corti combinati con stivali estivi e occhiali da sole. Non manca neppure il telefonino.

Via Bianca Pampaloni

Una coppia alla finestra in via Bianca Pampaloni

Una giovane coppia in via Bianca Pampaloni ha fatto il bucato e lo ha steso su dei fili tirati lungo la facciata come è consuetudine a Figline. Ora si godono un po’ di sole seduti sulla finestra e stanno collegati con il mondo tramite l’ormai immancabile telefonino.

Attimo sfuggente

Fleeting moment, attimo sfuggente
Weekly Photo Challenge: Fleeting

Quando bellezza e storia si incontrano ci scappa la foto. Sventolano le bandiere della contrada Porta Aretina perché a Figline nel Valdarno, in piazza Ficino, si festeggia il medioevo. Mi trovo in un vicolo stretto e buio, con la mia Canon a tracolla. Benché non intendevo scattare avevo settato la macchina fotografica per essere comunque pronta se capitasse qualche qualche sorpresa. In quel preciso momento passa una bellissima donna con l’immancabile telefonino all’orecchio, esattamente tra le bandiere. È pure vestita di rosa scuro che riprende in modo dolce il rosa delle bandiere. Per la frazione di un secondo i nostri occhi si incontrano e so di avere il suo permesso di scattare una foto. Certe comunicazioni avvengono in un attimo.

Il centauro

Un centauro fermo con iPhone in mano
Ho scattata questa foto appena fuori porta Aretina a Figline, davanti al bar Cuccoli. Il Cuccoli è un punto di riferimento per chi abita a Figline, perché è un ottimo bar, ma soprattutto perché, dispone di un ampio posteggio. Quindi chi fosse in macchina e volesse rapidamente rifocillarsi, più contare di riuscirci senza prendere una multa.
A parte queste considerazioni sulla scarsità di posteggio e conseguenti multe a Figline nel Valdarno, è la mattina presto di una bella giornata di primavera e un centauro ha deciso di approfittarsene. Notare il suo abbigliamento variopinto e l’accostamento complementare tra il blu della moto e il giallo del casco! Tiene in mano un iPhone, probabilmente per consultare le mappe.
Sullo sfondo una donna guarda assopita.