Archivi tag: torre palazzo Pretorio

San Francesco e quattro torri

la chiesa di San Francesco e quattro torri
La chiesa di San Francesco situata nella piazza omonima, è forse la più antica di Figline, di sicuro fu fondata da frati che erano stati con il santo di Assisi. San Francesco è passato più volte per il Valdarno essendo questo la via più ovvia per recarsi da Assisi alla Verna e viceversa. Infatti dappertutto si trovano tracce della venerazione che la popolazione locale ha per questo santo straordinario.
Ma non questo voglio far vedere oggi, bensì le quattro torri che durante l’estate si raggruppano intorno alla facciata della chiesa di San Francesco. A sinistra c’è il campanile della cappella della Misericordia e a destra il campanile della chiesa stessa. Sullo sfondo si vede in tutta la sua gloria la torre che l’attuale amministrazione ha voluto piazzare nel terreno delle vecchie scuole Lambruschini. La quarta torre è quella del Palazzo Pretorio che nella foto non si può vedere. Ma in questo periodo dell’anno, e solo per pochi minuti ogni giorno, la sua ombra si proietta sulla facciata della chiesa all’ora del tramonto.

Annunci

Sopra i tetti antichi di Figline

La cima della torre, antenne, padelle e piccioni sopra i tetti di Figline
Lost in the details
Il coronamento in metallo della torre del Palazzo Pretorio fa concorrenza al bosco di antenne televisive di ogni tipo che prosperano sui tetti della Figline antica.

Solitamente sul tetto si installa non una antenna singola, ma una combinazione di tre o quattro antenne, ognuna dedicata ad una gamma di frequenze specifica. Le antenne devono essere distanziate orizzontalmente e verticalmente in modo da non interferire l’una con l’altra. Anche l’altezza a cui sono posizionate incide sulla quantità di segnale ricevuto. Le antenne su i tetti è generalmente vincolate a dei pali in modo da alzare l’antenna un metro o due dalla base di appoggio. Da ogni antenna parte un cavo coassiale che porta il segnale ai televisori nelle case. Infatti i tetti e le facciate delle case antiche in centro a Figline sono infestate da cavi che dopo una caduta più o meno libera entrano da qualche finestra.
Una soluzione interessante per i centri abitati sarebbe la possibilità di installare antenne radiotelevisive centralizzate, evitando così il proliferare di centinaia di antenne sui palazzi. Allo stesso tempo si ridurrebbe pure i costi di manutenzione. Almeno nel centro storico occorrerebbe davvero un regolamento urbanistico in tal senso.
Anche le antenne paraboliche sono molto diffuse per la ricezione della televisione via satellite. Il disco parabolico, ben visibile nella foto, è necessario per la ricezione dei segnali perché i satelliti sono lontani dalla superficie terrestre e quindi il segnale che arriva sulla Terra è debole.
Ovviamente non mancano neppure i soliti picconi omnipresenti a Figline nel Valdarno.