Archivi tag: uomo

Ciclismo

Una bancherella di attrezzatura per ciclismo al mercato
Il mese di dicembre tra piogge, nebbia e freddo non è di certo il più propizio all’esercizio del ciclismo su strada. Ma gli appassionati di tale sport non si fanno scoraggiare troppo e nei giorni non lavorativi si vedono un po’ ovunque dei gruppi più o meno numerosi di ciclisti a percorrere le strade di Figline e dintorni a velocità sostenuta. Il ciclismo su strada è proprio uno sport assai popolare qui da noi e quindi non meraviglia che ai mercati in zona sono spesso presente bancarelle che offrono tutto ciò che occorre ai cultori di tale attività sportiva. La foto di oggi mostra un venditore particolarmente pittoresco che ho sorpreso mentre allestiva la sua postazione di vendita.

Annunci

Nebbia in Valdarno

Nebbia in Valdarno
In certe stagioni dell’anno il Valdarno per la sua particolare conformazione è predisposto alla formazione della nebbia. In queste settimane stiamo attraversando uno di questi periodi. Non che non ci sia il sole per niente, al contrario intorno alla metà della giornata possiamo contare su delle ore splendide e tanto riscaldate dal sole che farfalle, api e bombi volano e fanno visita a piante a fioritura tardiva che nel Valdarno non mancano. Ma come verso sera cala il sole si alza la nebbia fitta e avvolge tutto nel suo umido abbraccio. E la mattina talvolta la nebbia è talmente fitta che da casa mia duro fatica a vedere l’altro lato della piazza.
L’ho illustrato nella foto di oggi. Ma nonostante la nebbia e l’umido non manca un signore che si gode la colazione all’aperto e si legge pure il giornale come se fosse la cosa più ovvia da farsi in una mattina da nebbia fitta.

Il primo cliente

Il primo cliente della farmacia
È l’ora di apertura dei negozi in piazza Marsilio Ficino. I primi clienti già sono arrivati in bicicletta e si sono recati alla vendita dei tabacchi. Evidentemente non basta la grande macchina rossa che vende sigarette anche di notte e che si vede bene sul lato a destra della foto per soddisfare il bisogno di nicotina di alcuni figlinesi. Ma forse hanno una qualche bolletta che sta scadendo, il tabaccaio offre anche un servizio di pagamento per praticamente tutte le bollette.
Alla farmacia invece l’apertura per il momento è solo parziale: il bandone è un po’ alzato, ma le luci sono ancora spente. Un signore anziano aspetta pazientemente di poter acquistare le medicine di cui ha bisogno.

Sette piccioni e una finestra

Sette piccioni introno a una sola finestra
I piccioni sono una vera piaga nel centro storico di Figline. Otturano le grondaie con i loro nidi, sporcano dove capita e quel che è peggio, hanno cacciato con la loro prepotente presenza gli uccellini nativi, come i passerotti, che una volta popolavano le piazze. Inutile è tenere un gatto, i gatti moderni che vivono nelle nostre case mangiano troppo bene per affaticarsi con una caccia al piccione. In commercio si trovano vari rimedi contro l’invadenza di questi immondi uccelli, ma l’unica cosa che funziona è una costante e vigile presenza.
Guardate la finestra che ho inquadrato: ben sette piccioni introno a una sola finestra! Infatti il signore che vedete poco dopo che avevo scattato la foto ha chiuso le persiane dalla disperazione, benché fosse pieno giorno. Ormai erano tre i piccioni che gli cagavano sopra le persiane. Il terzo piccione non si vede nella foto, perché è arrivato dopo lo scatto.

Due donne bionde e un camionista

Due donne bionde e un camionista
L’altra mattina un grosso camion ha tentato di entrare nel entro di Figline passando per Corso Mazzini. Infatti il camionista ha sbagliato strada e invece di procedere dritto per la SS 69 aveva scelto la stradina a sinistra che conduce a Piazza Dante. Si è reso conto per tempo che qualcosa non andava per il verso giusto; probabilmente il suo indicatore di strade elettronico aveva dato informazioni sbagliate, come regolarmente succede quando si tenta di destreggiarsi nei centri storici delle cittadine italiane usando le mappe di Google. Quindi ha fermato il camion accostando quanto poteva e ha cercato aiuto. Due signore bionde sono subito accorse ad aiutarlo. Dato che l’italiano del camionista era un po’ approssimativo la conversazione è stata difficoltosa, ma dopo molte parole e tanti gesti il camionista è tornato nel camion ed è ripartito non senza problemi. Il camion era grosso, come ho già detto e le strade in quella parte di Figline sono strette.

Alé Viola!

Ale Viola, vestiti viola sullo stendipanni
Non ci possono essere dubbi che in questa casa abita un tifoso della Fiorentina! Il colore dei vestiti parla più chiaro di tante spiegazioni.

Lo storico inno ufficiale della Fiorentina, cantato da Narciso Parigi.

Garrisca al vento il labaro viola,
sui campi della sfida e del valore
una speranza viva ci consola
abbiamo undici atleti ed un solo cuore!

Rit.: O Fiorentina, di ogni squadra ti vogliam regina
O Fiorentina, combatti ovunque ardita e con valor
nell’ora di sconforto o di vittoria
ricorda che del calcio hai tu la storia!

Maglia viola lotta con vigore
per esser di Firenze vanto e gloria
sul tuo vessillo scrivi Forza e Cuore
e nostra sarà sempre la vittoria!

Nuovo ingresso

Nuovo ingresso alla stazione di Figline
Da poco a Figline abbiamo un nuovo ingresso al sottopasso per la stazione. Si tratta di un beneficio collaterale alla costruzione del muro di protezione che le FFSS hanno imposto a Figline lungo la tratta ferroviaria. Il muro dal lato posteggio ha un’apertura e per giungere la discesa dal binario alla viabilità precedente è stato aggiustato l’ingresso che vedete nella foto. Oltre ai nuovi gradini che ora sono di granito è stato aggiunto un bel corrimano non solo ad ambo i lati della scalinata ma anche nel bel mezzo di essa! Un vero lusso per Figline dove i corrimano mancano del tutto a più di una scalinata pubblica.
Ora le scale per entrare nel sottopasso sono così comode nella discesa che un signore neanche tanto giovane li piglia di cosa con la sua bici.